Partecipando al progetto Erasmus + “STEP Forward” in Ghana

Erasmus + è globale. Molte persone credono che sia un privilegio solo per i paesi europei, ma non è più così. WE AfriHug team è stato invitato a partecipare al progetto europeo «STEP Forward» nell’ambito di Erasmus +, Key Action 2: Capacity Building nel campo della gioventù.

Un’intensa esperienza di 10 giorni che si è svolta a Tamale, la capitale della regione settentrionale del Ghana, 600 km a nord di Accra. Tamale è una comunità prevalentemente musulmana ed è percepita come una delle città più sviluppate del Ghana.

Partendo da Perù, Vietnam, Spagna, Kenya e Grecia, siamo arrivati ​​a Tamale il 1 ° maggio 2018. Rappresentando diverse ONG provenienti da diverse parti del mondo, eravamo tutti determinati a vivere 10 giorni produttivi con l’obiettivo di interagire con la comunità locale , gli “studenti dimenticati”, entrano in contatto con i responsabili politici e le parti interessate, per essere informati sui progetti dell’organizzazione ospitante con l’obiettivo finale di creare un’attività educativa non formale.

Il coordinatore del progetto è l’organizzazione Inter Alia dalla Grecia e le organizzazioni partecipanti sono Sedarvp Ghana, Brigada De Voluntarios Bolivariani del Perù, Xeración e Asociación Projuven dalla Spagna, Hub delle risorse per lo sviluppo dal Kenya e Solidarites Jeunesses Vietnam.

STEP Forward Project collega la cittadinanza attiva all’educazione formale attirando l’attenzione sui valori della sostenibilità e integrandoli alle attività di educazione non formale. STEP Forward Project mira a promuovere l’applicazione dell’istruzione attiva e partecipata attraverso attività esperienziali e un approccio educativo orientato alla soluzione. Esplorando modelli di comunità alternativi, iniziative sociali ed ecologiche, il progetto utilizza informazioni e risorse per progettare un nuovo modulo educativo con lo scopo di integrarli nel sistema di istruzione formale.

Il principale gruppo target di Job-Shadowing in Tamale era “Gli studenti dimenticati”, i calciatori di talento che mancano di opportunità e opportunità e non possono esibirsi accademicamente. Abbiamo condiviso idee su pratiche sostenibili e innovative per quanto riguarda gli studenti talentuosi ma dimenticati e come potrebbero essere socialmente integrati attraverso lo sport. Ci siamo incontrati con questi studenti, abbiamo discusso con loro e abbiamo avuto la possibilità di imparare i loro ostacoli e i loro sogni riguardo la loro futura carriera. L’unico modo per finalizzare questo incontro è stata una partita di calcio amichevole tra tutti noi e gli studenti. Gli sport sono sempre stati un mezzo per riunire le persone, motivarle e unificarle per una buona causa.

Inoltre, abbiamo incontrato le parti interessate nel campo dello sport e dell’istruzione, insegnanti, giornalisti sportivi ed ex calciatori e condiviso le loro opinioni sull’inclusione sociale attraverso lo sport e dopo aver lavorato in gruppi, abbiamo sviluppato interventi e pratiche future.

Abbiamo anche visitato l’impresa sociale Pagsung ICS, un’iniziativa che contribuisce all’empowerment delle donne e ha un impatto significativo sul benessere dell’intera comunità. Prima di questa iniziativa, le donne di solito dipendevano dai loro mariti per reddito, cibo e istruzione dei loro figli. Safia, fondatrice dell’impresa e Regina della Regione, sta mettendo tutto il suo impegno per dare potere alle donne della Regione.

Inoltre, uno dei progetti innovativi delle organizzazioni ospitanti, Sedarvp Ghana, è la Biblioteca di strada, che raccoglie i bambini e li spinge a leggere creando un ambiente amichevole e inclusivo. Il loro scopo è quello di espandersi in più comunità e dare la possibilità a più bambini di leggere nel loro tempo libero.

Il risultato finale del progetto in Tamale è stato lo sviluppo di un’attività educativa non formale per gli “studenti dimenticati” che mira alla creazione di un ambiente inclusivo nel quale possano sviluppare competenze trasversali e accrescere il loro talento.

Durante questi 10 giorni, abbiamo condiviso e acquisito conoscenze e avuto modo di conoscere meglio la cultura del nord del Ghana. Siamo contenti di vedere concretamente come Erasmus + diventi globale.

Published by